GESUITI educazione
fondazione delle scuole ignaziane
facebookTwitterGoogle+

Palermo. L’internazionalità alla Scuola dell’Infanzia

All'Istituto Gonzaga di Palermo, il progetto BILINGUISMO e le tante attività multiculturali permettono ai bambini della scuola dell'Infanzia di diventare veri "cittadini del mondo".

All’Istituto Gonzaga di Palermo, con il progetto “Internazionalità” viene offerto agli studenti un percorso che li prepara per inserirsi nel mondo di oggi, aiutandoli a diventare ”cittadini del mondo”.

Quattro anni fa è iniziato il ‘Progetto Bilinguismo‘ nella Scuola dell’infanzia con il metodo del co-teaching, cioè la compresenza di insegnanti italiani e madrelingua inglesi in tutte le sezioni. In questo modo i bambini non prendono parte alla ‘solita’ ora di lezione d’inglese, ma sono accompagnati tutta la giornata in un percorso di full immersion. Questo permette ai piccoli di sviluppare l’intonazione e la pronuncia della lingua in modo spontaneo.

Tutte le attività della giornata vengono svolte in italiano ed inglese, si comincia la giornata in ‘circle-time’ con le preghiere in entrambe le lingue. Anche il momento della merenda e del pranzo vengono sempre svolti con la presenza della maestra d’inglese, permettendo di imparare e utilizzare in contesti di vita quotidiana tanti vocaboli nuovi.

Vivendo questa realtà i bambini approdano alla Scuola Primaria con una vera e propria padronanza della Lingua Inglese.

Inoltre, la nostra Scuola viene frequentata da bambini di tutto il mondo e per questo le nostre attività sono necessariamente multiculturali, permettendo ai bimbi una conoscenza globale del mondo. Ciò li stimola ad avvicinarsi ed entrare in contatto con culture e realtà diverse, con curiosità e in modo positivo. Questo li condurrà ad acquisire un atteggiamento di rispetto e di apertura verso le altre culture e a diventare adulti inseriti con consapevolezza nel contesto socio-culturale nazionale, europeo e mondiale.

E’ da evidenziare che quest’anno abbiamo preparato una grande festa per l’anno nuovo cinese. I genitori cinesi hanno aiutato le maestre e i bambini a organizzare i festeggiamenti, insegnando canzoni cinesi per l’evento.

In un’altra occasione abbiamo invitato una mamma giapponese a mostrare ai bambini alcun tecniche di origami.

Infine, alla festa di fine anno, hanno partecipato tutti i bambini celebrando la natura, in seguito al progetto ‘Mother Earth’, con canti e balli in italiano ed inglese.

Da tutte queste “piccole” attività quotidiane i nostri bambini riescono davvero a entrare in una dimensione “globale”, a conoscere nuove persone e culture e a confrontarsi con realtà diverse in modo positivo e costruttivo, superando pregiudizi e allargando i propri orizzonti.

Alison Aastwick
Istituto Gonzaga Palermo

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni