GESUITI educazione
fondazione delle scuole ignaziane
facebookTwitterGoogle+
Direzioni a Gressoney 2017

Direzioni a Gressoney 2017

Info

Gressoney. Le Direzioni al lavoro su piano strategico e Linee Guida

Da mercoledì 8 a sabato 11 novembre 2017 si è tenuto a Gressoney il Seminario dei Responsabili delle scuole della rete Gesuiti Educazione.

Tre giorni di lavoro intenso concentrati prevalentemente su due grandi temi: accompagnare le scuole nel dare attuazione alle linee guida e il monitoraggio dei lavori per la redazione del piano strategico di ogni scuola.

A questo incontro hanno partecipato i Direttori Generali delle nostre scuole di Milano, Torino, Roma, Napoli, Palermo, Messina, Scutari (Albania) e Malta, insieme ai Coordinatori Didattici, ai responsabili della Pastorale e del Curriculum. I lavori sono stati guidati dalla Fondazione Gesuiti Educazione e dai suoi collaboratori, insieme all’équipe del Cefaegi.

L’avvio del seminario è stato incentrato sul contesto e sulla situazione generale: la nuova Provincia Euromediterranea della Compagnia di Gesù, la predisposizione del piano apostolico, il recente incontro JESEDU di Rio de Janeiro. Padre Jean-Paul Hernandez e Padre Jimmy Bartolo hanno spiegato brevemente il percorso e la logica della redazione del Progetto Apostolico della Provincia, introducendo e presentando le dinamiche di come verrà elaborato nelle singole scuole.

Il prof. Franco Garelli, membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Gesuiti Educazione, ha definito il recente percorso intrapreso dalle Scuole della Fondazione “un atto di coraggio, una risposta per vari aspetti ardita e lungimirante […] un’idea “propositiva”- di alto livello – di educazione, che esprime la convinzione che “educare si può” anche nella modernità avanzata, anche nella società aperta e complessa, prendendo dunque le distanze da alcune scorciatoie che oggi vanno di moda in questo campo”.

Successivamente, si è passati a lavori più operativi e laboratoriali, focalizzati soprattutto su come dare attuazione nelle nostre scuole alle Linee Guida pubblicate di recente dalla Fondazione e come accompagnare Direzioni e docenti a “vivere” concretamente e quotidianamente nella propria attività quanto indicato in questi documenti.

Rilevanza fondamentale riveste il grande lavoro svolto in tutte le scuole sul Curriculum, inteso in senso specificamente ignaziano e molto più ampio rispetto a quanto normalmente inteso nelle scuole statali.

“Il Curriculum come noi lo intendiamo è l’insieme delle scelte spirituali, formative, culturali e didattiche. È sinonimo di intera proposta educativa, indica la nostra identità e missione nel quotidiano” (LG 2.1 pag. 45)

La redazione del curriculum in senso ignaziano, però, non è sufficiente, in quanto il Curriculum non è un documento fine a se stesso che una volta predisposto va incorniciato e archiviato. E’ un qualcosa di “vivo”, che deve guidare, orientare e permeare tutta la vita della scuola stessa.

Anche gli altri ambiti di cui si occupano le Linee Guida sono fondamentali per rendere l’attività delle nostre scuole veramente ignaziana: la pastorale, la formazione, la tutoria, l’internazionalità, le tecnologie.

Nella seconda parte del seminario, poi, ci si è concentrati su tre ulteriori ambiti, meno strettamente legati alla didattica e alla formazione, ma non meno importanti: la governance, la pianificazione strategica, il controllo di gestione e la gestione economica apostolica.

Nello specifico, ciascuna scuola è chiamata a predisporre un suo piano strategico, all’interno e in coerenza con la VISION comune e le indicazioni della Fondazione Gesuiti Educazione. Per fare ciò, il punto di partenza è l’analisi del contesto. Ciascuna scuola, coinvolgendo i propri Consigli di Amministrazione, sta lavorando a questa attività.

“Chi ama non si ferma di fronte alle difficoltà, ma cerca soluzioni – ha ricordato Padre Vitangelo Denora durante uno dei suoi interventi – Vediamo il tempo presente come occasione per guardare il futuro in modo nuovo e progettare con uno sguardo strategico”.

E con la preghiera del gesuita P. Pierre Teilhard de Chardin, che riportiamo qui sotto, Padre Vitangelo ha concluso l’incontro la mattina del sabato, ringraziando e salutando i partecipanti, augurando a ciascuno un buon rientro nelle proprie città di origine e buon lavoro!

“Confidate, soprattutto, nel lavoro lento di Dio.
Siamo per natura impazienti di concludere ogni cosa senza ritardi.
Vorremmo saltare le fasi intermedie.
Siamo impazienti di metterci in cammino verso qualcosa di ignoto, qualcosa di nuovo.
Eppure è la legge di ogni progresso che esso si compia passando attraverso alcune fasi di instabilità e che possa volerci molto tempo.
E così credo sia anche per voi.
Le vostre idee maturano gradualmente lasciatele crescere,
lasciate che si formino, senza fretta eccessiva.
Non cercate di forzarle,
come se pensaste di poter essere oggi ciò che il tempo
farà di voi domani.
Solo Dio potrebbe dire che cosa diverrà questo nuovo spirito che si sta gradualmente formando in voi”

Direzioni a Gressoney 2017

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni