GESUITI educazione
fondazione delle scuole ignaziane
facebookTwitterGoogle+

L’esperienza della Pasqua itinerante

Sicilia

02 Mag 2019

Una ventina di ragazzi delle nostre scuole di Milano, Roma e Messina, guidati da P. Salvo Collura SJ, hanno vissuto il TRIDUO PASQUALE attraverso l'esperienza della "PASQUA ITINERANTE", un cammino attraverso la Sicilia per vivere insieme, "in pellegrinaggio", i giorni che conducono alla grande Solennità della Pasqua, vero centro dell'anno liturgico!

“Pasqua itinerante” è stata una nuova idea e un nuovo modo di vivere il triduo pasquale. Un esperimento. Un successo. Una esperienza che ha indubbiamente arricchito le vite di coloro che l’hanno vissuta.

“Non si può certo dire che la Pasqua del 2019 sia stata come tutte le altre per gli studenti che hanno aderito a questa iniziativa – riporta il blog di Sikanamente, l’Associazione che ha partecipato attivamente a questa iniziativa.

La “ricetta” di Padre Salvo Collura SJ, responsabile della Pastorale della Fondazione Gesuiti Educazione, accompagnato tra gli altri da Padre Nicola Borgogna SJ e dalla prof.ssa Betta Novelli, è semplice quanto efficace: boschi e campi agricoli attraversati da una antica via di pellegrinaggio, dove ancora oggi le crepe del terreno si riflettono nelle crepe delle mani di chi la terra la lavora nel rispetto della tradizione. A questo si aggiungono gli antichi borghi dei Monti Sicani, per apprezzare la semplicità della gente, la bellezza di un piccolo gesto dopo un lungo cammino, tutte quelle piccole cose che nel quotidiano risultano banalmente usuali e inoltre per conoscere nuovi modi di vivere di pensare, non migliori o peggiori, ma semplicemente diversi dal proprio, per poterne trarre il meglio.

Questa esperienza ha ricalcato le antiche orme pellegrine della Magna Via Francigena. La prima tappa è stata la solenne Cattedrale di Monreale, simbolo di commistione culturale e sociale, che testimonia ancora dopo mille anni che un re norvegese e delle maestranze nordiche, islamiche e bizantine possono collaborare, vivere insieme ed unire le proprie capacità.

Tappa interessante è stata anche quella di Portella della Ginestra, luogo della strage del bandito Giuliano, luogo simbolo di lotta contro ogni forma di violenza e criminalità dove i ragazzi dell’Associazione Culturale Bashkë  hanno mostrato il meraviglioso murale “L’Urlo dell’Innocenza”.

Le tappe e le esperienze accrescono il bagaglio culturale e la contaminazione sociale dei giovani pellegrini che, da Piana degli Albanesi, sono poi proseguiti per Santa Cristina Gela, Tagliavia e Corleone addentrandosi sempre di più nel territorio Sicano. Ogni passo in avanti è stato un passo indietro nel tempo alla scoperta di antichi strumenti, mestieri, usanze, riti, storie, leggende e tradizioni.

Infine, la salita fra i sentieri della Valle del Sosio verso Prizzi, percependo che il giorno di Pasqua in questo paese si festeggia in modo inusuale. Maschere e catene, corna e pelli di pecora. È il Ballo dei Diavoli, una tradizione antichissima, forse unica nel suo genere, che ha divertito e sorpreso i giovani pellegrini.

Dopo la celebrazione della Pasqua di Risurrezione, il giorno di Pasquetta è volutamente andato come da tradizione. Chitarre, fuoco, prodotti locali, in compagnia e allegria, in un rifugio in riva ad un fiume avvolto dalla vegetazione della riserva naturale di Tagliarini.

“Da questa esperienza – raccontano coloro che hanno organizzato e condotto il progetto – ci portiamo nel cuore la meraviglia che abbiamo colto negli occhi dei nostri giovani ospiti, la curiosità dei loro sguardi, l’instancabile vitalità che lungo il viaggio diventa contagiosa. Contagioso come l’entusiasmo di una nuova avventura che costringe i giovani a farsi guidare dagli adulti e gli adulti ad apprendere dai giovani”.

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni