GESUITI educazione
fondazione delle scuole ignaziane
facebookTwitterGoogle+

Incontro scuole paritarie e task force per riaprire in sicurezza

Roma

28 Mag 2020

Si è tenuto nella mattina di mercoledì 27 maggio un proficuo confronto tra l’Agorà della Parità e alcuni esperti della Task Force di Esperti per l’emergenza COVID del Ministero dell’Istruzione sul tema della riapertura delle scuole in sicurezza a settembre.

La nostra Fondazione Gesuiti Educazione partecipa al tavolo dell’Agorà della Parità, che riunisce rappresentanze delle scuole paritarie e delle loro associazioni, attraverso Padre Vitangelo Denora SJ, Direttore Generale del nostro Istituto Gonzaga ISP di Palermo, nonchè Presidente della FIDAE Sicilia.

Nell’incontro è stato sottolineato che le scuole paritarie, in quanto parte del Sistema nazionale pubblico di Istruzione, non possono prescindere dalla qualità, praticabilità, sostenibilità organizzativa ed economica delle misure per riaprire in sicurezza l’attività scolastica.

I criteri-guida evidenziati si potrebbero riassumere in quattro parole: autonomia, responsabilità, creatività, tempestività.

I precisi compiti che il Gruppo di lavoro del Comitato di Esperti per l’emergenza COVID del Ministero dell’Istruzione si è assunto: individuare modalità per riaprire in sicurezza l’attività scolastica e per poterla proseguire capitalizzando le esperienze positive emerse nell’ambito di un miglioramento complessivo di tutta la scuola italiana.

Diversamente, tutto ciò che riguarderà regole e procedure sarà il Comitato Scientifico a definirle, in modo univoco e chiaro per tutto il territorio nazionale e dovranno essere controllate dalle autorità sanitarie competenti territorialmente.

Le Associazioni delle scuole paritarie hanno evidenziato in sintesi alcune richieste/preoccupazioni, frutto del lavoro di una attenta e condivisa riflessione sulla realtà scolastica paritaria e delineate in modo più ampio nella documentazione che è stata consegnata al gruppo di esperti. Tra questi punti, sono stati evidenziate le necessità di:

  • poter tradurre nel modo ritenuto più idoneo i princìpi delle Linee guida nella singola realtà specifica scolastica educativa
  • poter utilizzare spazi e personale in deroga alle attuali disposizioni e in coerenza con un patto educativo esplicito con i genitori
  • autonomia nell’organizzazione didattica per il contesto mutato e differenziato
  • tempestività dell’emanazione delle Linee Guida per consentire un’organizzazione il più efficace possibile in coerenza con le richieste delle famiglie.

La task force di esperti ha assicurato che a breve verranno consegnate al Ministro dell’Istruzione le prime riflessioni. Si inviteranno le scuole, per il tramite delle Associazioni ,ad una declinazione intelligente delle linee guida, avendo particolare attenzione agli studenti più fragili e in condizioni svantaggiate.

> Comunicato stampa della FIDAE

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni