GESUITI educazione
fondazione delle scuole ignaziane
facebookTwitterGoogle+

Un Anno Ignaziano per “Vedere nuove tutte le cose in Cristo”

Roma

19 Mag 2021

Il 20 maggio 2021 si apre ufficialmente un "Anno Ignaziano" per tutta la Compagnia di Gesù nel mondo. Quest’anno infatti i Gesuiti celebrano i 500 anni di un evento molto particolare: il 20 maggio 1521, infatti, il fondatore della Compagnia di Gesù, Ignazio di Loyola, venne ferito gravemente alle gambe in una battaglia a Pamplona (Spagna). Questo evento cambiò il corso della sua vita, avviando un lungo cammino di conversione spirituale e una serie di scelte ed eventi che porteranno alla fondazione della Compagnia di Gesù, la quale a sua volta provocò cambiamenti molto significativi nella Chiesa e nella storia del cattolicesimo.

Inoltre, il 12 marzo 2022, si celebreranno i 400 anni dalla canonizzazione di S. Ignazio di Loyola ad opera di Papa Gregorio XV.

Per questi motivi, è stato indetto questo speciale “Anno Ignaziano”, fortemente voluto proprio dal Padre Generale dei Gesuiti, che durerà dal 20 maggio 2021 (anniversario della ferita di Pamplona) fino al 31 luglio 2022 (festa di S. Ignazio).

La celebrazione dei 500 anni della conversione di Sant’Ignazio non riguarda però principalmente il passato. Riguarda il presente e il futuro. È un’opportunità di rinnovamento e di riscoperta delle radici ignaziane della Compagnia di Gesù e di tutti coloro che collaborano alla stessa missione, compresa quella educativa. È  quindi un’opportunità per fermarsi, fare un bilancio e rimettere Cristo al centro. Si tratta di una conversione continua e quotidiana.

Per questi motivi, il motto dell’anno ignaziano è “Vedere nuove tutte le cose in Cristo”.

Scrive il P. Generale Arturo Sosa:

“È bene ricordare a noi stessi che la ferita subita da Ignazio a Pamplona non fu tanto un lieto fine, ma piuttosto un felice inizio. La conversione consiste a volte in grandi momenti di cambiamento, ma è anche un processo senza fine. Dobbiamo mettere Cristo al centro ogni volta, ancora e ancora. Questo processo è un pellegrinaggio lungo strade tortuose, su e giù, a volte dovendo tornare sui nostri passi, a volte sentendoci persi. Ma incontrando lungo la strada persone che ci indicano la via e ci tendono la mano”.

Questo Anno Ignaziano è un pellegrinaggio di conversione. Papa Francesco, nel suo recente libro “Ritorniamo a sognare”, scrive che un pellegrino è qualcuno “che si decentra e quindi può trascendere. Esce da se stesso, si apre a un nuovo orizzonte, e quando torna a casa non è più lo stesso, e così la sua casa non sarà la stessa. Questo è il tempo dei pellegrinaggi”.

Vogliamo metterci tutti in cammino, lasciandoci guidare dolcemente dallo Spirito Santo, centrando sempre più la nostra vita su Cristo e permettendoci di vedere nuove tutte le cose in Cristo.

Sulla conversione di Ignazio, Papa Francesco ha detto:

“Durante tutta la sua vita si è convertito, ha messo Cristo al centro. E lo ha fatto attraverso il discernimento. Il discernimento non consiste nell’avere sempre ragione dall’inizio, ma piuttosto nel navigare, nell’avere una bussola per potersi incamminare sulla strada che ha molte curve, lasciandoci sempre guidare dallo Spirito Santo, che ci conduce all’incontro con il Signore”.

Il prof. Giacomo Sorrenti, docente di Religione nel Collegio S. Ignazio di Messina, ha composto per l’inaugurazione di questo anno ignaziano una speciale preghiera a S. Ignazio (cliccare sulla foto per ingrandire):

Numerosi eventi si succederanno in questo Anno Ignaziano. Di seguito indichiamo i prossimi già calendarizzati:

– 20 maggio 2021, ore 18:00, a Pamplona, il Padre Generale aprirà ufficialmente l’Anno Ignaziano con una celebrazione solenne (si potrà seguire gli eventi tramite i canali ufficiali della Curia Generale: jesuits.global e ignatius500.global). Qui il link diretto per seguire la Celebrazione Eucaristica di apertura celebrata nella cattedrale  di Pamplona dall’arcivescovo Francisco Pérez González e dal p. Arturo Sosa alle ore 18,00.

– 23 maggio 2020, ore 20:00 (su tre fusi orari differenti: Manila, Roma, New York): preghiera internazionale in streaming “Pilgrims with Ignatius” (seguendo l’esempio di ciò che si è fatto per la Pentecoste 2020). Accessibile dal sito: ignatius500.global/live.

– 30 maggio 2021, a Roma, per i giovani. Titolo: “Da Pamplona a Roma, sui passi di Sant’Ignazio”. Obiettivo: approfondire alcune tappe dell’itinerario di conversione di Ignazio, in modo esperienziale. Momento saliente dell’appuntamento sarà l’incontro con lo stesso Padre Generale, vissuto nello spirito della domanda che egli stesso ha rivolto ai giovani in un messaggio pubblicato per l’ultimo 31 luglio: aiutateci a capire come possiamo meglio accompagnarvi nella vostra ricerca di una concreta forma di vita per diventare collaboratori della “divina bontà”, in questo mondo ferito. (Iniziativa voluta dal Padre Generale)

Altri eventi importanti e significativi scandiranno tutto l’anno e ne daremo comunicazione progressivamente.

Buon Anno Ignaziano di conversione!

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni